05/12/2013 Notizie dal territorio
Lodi e la “Qualità della vita” (Il Sole24Ore)


Anche quest’anno, e più precisamente il 2 dicembre, il  più prestigioso quotidiano economico nazionale, Il Sole 24 Ore, ha reso noto i dati dell’ormai tradizionale appuntamento (24° edizione) con la classifica sulla qualità della vita nelle province italiane. L’indagine si basa su sei macro parametri economici quali: tenore di vita, affari e lavoro, ordine pubblico, servizi e ambiente, popolazione, tempo libero. All’interno di ognuno di questi, ulteriori distinzioni quali in via esemplificativa: conto in banca, costo della casa, imprese, protesti, disoccupati, scippi, rapine, infrastrutture, ecosistema, abitanti, trasferimenti, natalità, lettura di libri, spettacoli e altri ancora. La somma dei risultati di ogni singola indagine pone al 1°posto la città di Trento che si avvicenda alla limitrofa Bolzano(comunque prima nel 2012).
Purtroppo Lodi è decisamente lontana dalla vetta e si piazza soltanto al 65 posto di questa speciale classifica, su 107 provincie esaminate. E non può essere motivo di orgoglio pensare che la vicina Pavia occupa la posizione immediatamente successiva, se si considera che comunque le prime posizioni sono prevalentemente occupate da città del nord del Paese. Così come non può essere vanto pensare che sono state recuperate quattro posizioni rispetto al 2012.
E’ pur vero che il nostro territorio si attesta nelle prime posizioni(18°) sul versante sicurezza o per la presenza della banda larga(secondi soltanto a Milano) ma è altrettanto vero che il Lodigiano si esprime su valori decisamente negativi per quanto riguarda il tempo libero(98° ) e nel settore Affari e lavoro(106°) specialmente laddove si considera il numero di imprese insediate pari a 7,76 ogni 100 abitanti e all’elevato numero di fallimenti(oltre il 20 per mille). E questi dati trovano ulteriore riscontro nei valori relativi ai risparmi che pongono i cittadini di questo territorio al 65°posto con un deposito medio di poco superiore ai 15 mila euro, contro i 41 mila della provincia di Trieste.
Guadagnare quattro posizioni è sicuramente positivo, ma purtroppo la strada da percorrere è ancora lunga.

Energia pulita
2012 Stage 2
CartaBCC Tasca