15/07/2020 Notizie dal territorio
Economia lombarda: graduale risalita in giugno ma permane la crisi lavorativa

Dagli ultimi dati elaborati da Assolombarda, relativi all'andamento economico della nostra Regione nel mese di giugno, si evidenzia un lento processo di accelerazione della nostra economia ma con valori decisamente lontani dal periodo pre covid.
A riguardo basta notare che a marzo e aprile l'attività economica in Lombardia ha registrato un calo del 35% e 45% su base annua e a maggio è iniziata una lenta risalita segnata da un -30%. Tra gli elementi che frenano la ripresa, al di là del perdurare della crisi sanitaria, vanno rilevati il consistente calo delle esportazioni e la crisi del mercato del lavoro.
A marzo le esportazioni sono diminuite di oltre il 13% con una perdita di circa 1,5 miliardi di vendite all'estero. E, se è pur vero che in termini percentuali e assoluti Brescia e Bergamo hanno subito i maggiori danni (rispettivamente -17,7%,-261milioni e -17,5% -251milioni) anche le altre provincie però, tra cui Lodi (-7,2%), sono in evidente flessione.
La maggiore preoccupazione, in ogni caso, deriva dalla crisi del lavoro che ha colpito in particolare Milano, Monza Brianza e Lodi. Qui, tra aprile e maggio 2020, sono state richieste 118 milioni di ore totali di cassa integrazione con un incremento del 43% rispetto al 2010 che rappresentò l'anno di picco della crisi iniziata nel 2008. A Lodi la richiesta è di 6 milioni contro i 4 del 2010.
In questa logica si inserisce il crollo dell'attivazione a marzo dei contratti di lavoro (-48,5%) e delle assunzioni a termine (-54,4%).

Energia pulita
Ricerca Risorse Commerciali
2012 Stage 2