21/04/2015 Notizie dal territorio
Novità fiscali dal Comune di Lodi

Con l’avvicinarsi dell’estate, puntuale come ogni anno, arriva il momento della dichiarazione dei redditi e del versamento delle imposte connesse. Irpef, Ires, Irap, Imu, Tasi, Tari, addizionali comunali e regionali, CU 2015, 730, 740 e così via in una selva di sigle e acronimi in cui spiccano almeno per quest’anno alcune piccole ma positive notizie per una parte dei contribuenti lodigiani. Infatti, mentre rimangono invariate le aliquote previste per IMU e addizionale IRPEF, non altrettanto si può dire per la TASI (Tassa sui servizi indivisibili) per la quale è prevista una serie di rimodulazioni verso il basso. E’ stato infatti previsto il rimborso del 10% del tributo per coloro che hanno un mutuo prima casa, purché l’importo originario dello stesso oscilli tra gli 80.000 e i 200.000 euro, residui una durata di almeno 15 anni, e l’imposta lorda corrispondente oscilli tra 100 e 500 euro. E’ previsto inoltre un aumento della detrazione dell’imposta da 70 a 80 euro su quegli immobili caratterizzati da una rendita catastale tra 401 e 600 euro. Viene inoltre elevata la soglia ISEE per ottenere riduzioni dei tributi in rapporto al reddito e alla composizione del nucleo familiare delle fasce attualmente previste passando da 25 a 30.000. da 28 a 35.000 e da 30 a 38.000. In merito con riferimento a una ricerca del Sole 24ore pubblicata lunedì 23 marzo si può osservare che in una graduatoria degli incassi IMU e Tasi per capoluogo di provincia la nostra città figura al 58° posto con una imposizione media pro capite di poco superiore a 272 euro con entrate totali per 11,8 milioni.

Energia pulita
2012 Stage 2
CartaBCC Tasca