13/10/2014 Notizie dal territorio
Omaggio a Giuseppina Strepponi

Domenica 12 ottobre 2014 si è tenuto nella Casa della Cultura a Busseto un appuntamento significativo dal titolo “Omaggio a Giuseppina Strepponi”. Dopo oltre 150 anni, il borgo parmense ha decretato la fine del dissapore con l’artista lodigiana, per quella che i locali considerarono una “relazione immorale”, con il maestro Giuseppe Verdi.
Nata a Lodi l’8 settembre 1815, da una famiglia di musicisti, Clelia Maria Josepha Strepponi debuttò come soprano nel 1834 ad Adria. Successivamente cantò nei più importanti teatri italiani tra cui la Fenice di Venezia e la Scala di Milano, senza dimenticare le apparizioni a Vienna, allora capitale dell’impero asburgico di cui il Lombardo-Veneto era parte integrante. La convivenza con Verdi, inizio nel 1848 e durò per circa 10 anni, sino al matrimonio avvenuto nel 1859. A seguito dei contrasti con i bussetani la coppia nel 1851 si trasferì nella tenuta di Sant’Agata frazione di Villanova d'Arda in provincia di Piacenza, dove la cantante morì nel 1897 dopo lunga malattia.
L’incontro è diventato pertanto una riappacificazione tra Lodi e la città del Maestro, nonché un omaggio alla figura dell’illustre concittadina e un viatico auspicabile nell’imminente bi-centenario della nascita.

Energia pulita
2012 Stage 2
CartaBCC Tasca