07/04/2014 Notizie dal territorio
"Scout speed"

E' una delle notizie che principalmente hanno fatto parlare i cittadini di Lodi e del lodigiano negli ultimi giorni, quella dell'introduzione dello “Scout Speed” sulle macchine della polizia provinciale. Il motivo? Il fatto che si tratta di un autovelox installato sulle volanti e che quindi consente agli agenti del territorio di poter multare gli automobilisti che spingono troppo il piede sull'acceleratore, in ogni momento e su qualunque strada commettano l'infrazione. Lo strumento infatti permette alla Polizia Provinciale di rilevare la velocità e multare le infrazioni di ogni vettura che viene incrociata dalla pattuglia, sia che viaggi nella stessa direzione ma pure in senso opposto. “La macchina su cui verrà montato l'apparecchio verrà dotata di particolari colori. Gli automobilisti quindi sono messi al corrente del rischio che corrono se incrociano il mezzo delle forze dell'ordine. L'obiettivo non è quello di fare degli agguati a loro insaputa, nostro interesse è prevenire gli incidenti.” E' stata questa la precisazione arrivata dalla Provincia di Lodi, ma nel frattempo, come hanno riportato gli organi di stampa locali, la notizia non è stata presa nel migliore dei modi dalla cittadinanza che ha accusato l'amministrazione provinciale di aver escogitato un nuovo strumento con cui rimpinguare le casse. Da un lato quindi si ascoltano le critiche dei cittadini poco entusiasti, dall'altro invece si osserva la nascita di un nuovo strumento nato per essere un deterrente per chi corre troppo in auto: tra i due estremi ciò che ci si augura è che non si assista a una slavina di multe ma a un rispetto dei codici stradali. Un compromesso che non vedrebbe i cittadini multati e che preserverebbe dalle tragedie stradali che negli ultimi mesi hanno troppo spesso colpito il lodigiano.

Energia pulita
2012 Stage 2
CartaBCC Tasca