11/03/2014 Notizie dal territorio
EUGENIO CASTELLOTTI 14 Marzo 1957-14 Marzo 2014

Sono ormai trascorsi 57 anni da quando a Modena, il giovane pilota Eugenio Castellotti nato a Lodi il 10 ottobre 1930, si schiantava durante una sessione di prova effettuata per testare l’allora nuova Ferrari 801.
Appena ventenne nel 1950, iniziò la carriera alla guida di una Ferrari 166S. Nel 1952 le prime vittorie: la Coppa di Sicilia e il Gran Premio del Portogallo nella categoria per vetture sport. Nel 1953 il terzo posto alla Carrera Panamericana preceduto da  “mostri” dell’automobilismo quali Manuel Fangio e Piero Taruffi.  Nel 1954, sponsorizzato da Ascari,  entrò in casa Lancia, dove il debutto in Formula 1 fu rimandato però all’anno seguente quando con la Lancia D50 ottenne il secondo posto al Gran Premio di Monaco.
Nello stesso anno, dopo la morte di Ascari e il Gran Premio del Belgio, passò alla Ferrari e chiuse il campionato piloti al terzo posto. Nell’anno successivo Castellotti vinse, ovviamente con vetture sport, la Mille Miglia e la 12 Ore di Sebring.
In Formula 1, per  esigenze di squadra, nel Gran Premio di Francia dovette accontentarsi del secondo posto e lasciare la vittoria al compagno di team Peter Collins, allora meglio piazzato in classifica generale. Tutto questo fino  al tragico appuntamento del 14 marzo 1957 sul rettilineo delle Tribunette dell’Autodromo di Modena con l'impatto a oltre 200 all’ora mentre si apprestava ad affrontare una curva.
Castellotti non fu soltanto un grande pilota, ma fu anche un uomo di mondo e di immagine, come dimostra tra l’altro la sua relazione con un personaggio dello spettacolo di allora, come Delia Scala.
 Certamente fu un uomo che portò il nome di Lodi nell'Olimpo dell'automobilismo, ed  è stato uno dei principali testimoni della storia moderna della nostra città. Purtroppo oggi a suo ricordo é rimasto ben poco, almeno nella sua città natale: un Club Auto Moto Storiche a suo nome e un cippo con la sua immagine. Forse, anzi sicuramente meritava molto di più, ma questa è un’altra storia.

Energia pulita
2012 Stage 2
CartaBCC Tasca