Notizie dal territorio
18/08/2014
COWORKING L’enciclopedia on line Wikipedia definisce il coworking come “uno stile lavorativo che coinvolge la condivisione di un ambiente di lavoro, spesso un ufficio, mantenendo un’attività indipendente. Coloro che fanno coworking non sono in genere impiegati nella stessa organizzazione”. In sostanza uno spazio comune con le risorse di un normale ufficio condiviso tra professionisti, freelancers, lavoratori diversi, start up, che non necessariamente perseguono lo stesso progetto. Conseguenza della crisi economica, della nascita di nuove figure professionali che necessitano di mettere in comune non solo idee progettuali ma anche risorse economiche, il coworking è ormai una realtà concreta che è diventata oggetto anche di iniziative di sostegno da parte delle istituzioni. Sull’onda di quanto già elaborato da altre strutture istituzionali quali Regione Lombardia, Unioncamere, anche la locale CCIAA, in collaborazione con il Comune e il Centro di Formazione Professionale hanno sviluppato un progetto per mettere a disposizione di un massimo di 8 nuove imprese composte principalmente da giovani o da donne, uno spazio comune di circa 80 mq, fornito di attrezzature e strumentazione necessarie per l' avvio e la gestione di impresa. La data di realizzazione del progetto è ormai imminente e dovrebbe collocarsi tra settembre e ottobre. Coloro che sono interessati possono presentare domanda al Centro di Formazione Professionale in Piazzale Forni 1 a Lodi
10/08/2018

I dati elaborati dalla CCIAA Milano Monza Brianza Lodi evidenziano come il settore dell'intrattenimento, o con un termine più attuale della “Movida”, nella nostra regione è stato caratterizzato nel 1° trimestre 2018 (quindi ancor prima del periodo estivo) dall'operatività di ben 120mila imprese che occupano oltre 530mila addetti su un totale nazionale di 933mila imprese con circa 3 milioni di collaboratori. Cifre decisamente significative che attestano l'importanza di un fenomeno economico che sviluppa un giro d'affari globale di 150miliardi anni di cui 42 in Lombardia, di questi circa 31 a Milano.

In questo contesto purtroppo il lodigiano si presenta indiscutibilmente ultimo a livello regionale con un risicato numero di 2.192 aziende, comprensivo di operatori del commercio, strutture ricettive, tour operator, attività sportive o di intrattenimento.

Per quanto riguarda le persone impiegate, si tratta poi dell'unica realtà regionale al di sotto delle 10.000 unità, dal momento che ammontano a poco più di 6.000.

Infine, la nota più dolente, in quanto tralasciando l'irraggiungibile risultato di Milano, il nostro territorio si pone al 93°posto su 103 esaminati con un giro d'affari annuo di soli 173,8 milioni, un valore decisamente al di sotto della media regionale e di poco superiore a realtà territoriali decisamente lontane dal target lombardo .

Energia pulita
2012 Stage 2
CartaBCC Tasca